Carrozza di un treno regionale trasformata in bordello ambulante.

Renato Bellini aprile 9, 2009 1

sesso-in-treno

Il treno è uno dei mezzi che gli italiani usano di più per spostarsi. E’ molto comodo, anche se non è il massimo per quanto riguarda la manutenzione e l’efficienza. 

E’ un luogo dove molte persone decidono di fare l’amore e oggi vi voglio parlare di una carrozza di un regionale davvero molto particolare e con una funzione alquanto bizzarra. 

Sappiamo che i treni regionali sono i più vecchi e molti di essi rimangono fermi nelle stazioni inutilizzati. Si vedono molte carrozze abbandonate e molte di esse diventano il rifugio per zingari e senza tetto. 

Recentemente è arrivata la segnalazione di un nostro affezionato lettore, che ci ha raccontato una cosa molto curiosa e piccante. 

Infatti sembra che ci sia un treno che ha una carrozza che non è come tutte le altre. Sembra infatti che questa carrozza sia stata trasformata in un “bordello sulle rotaie”. 

Il treno fa parte di Trenitalia e anche tutti i macchinisti e i capitreno fanno parte della medesima azienda. Tutti sono quindi a conoscenza di questa carrozza del piacere e non dicono niente, ne spargono la voce, proprio perchè il loro lavoro è diventato molto più piacevole e meno pesante. 

Il nostro lettore ha preso per caso questo “sexy treno” e ha detto che è stata un’esperienza unica nel suo genere. Il treno, visto da fuori, è normale e non presenta segni particolari. Anche tutte le carrozze sono come quelle di un qualsiasi treno, tranne la carrozza numero 7, che ha delle tendine sempre tirate per non far vedere cosa si cela all’interno. 

Dentro infatti sono stati tolti tutti i sedili ed sono stati messi dei divanetti con delle tendine per non far vedere a occhi indiscreti che cosa succede quando i passeggeri sono a bordo. 

C’è ovviamente un supplemento da pagare sul biglietto normale di circa 20 euro in più ma, da come ha raccontato il nostro lettore ne vale davvero la pena e sono soldi ben spesi. 

Io non so dirvi con precisione se questa carrozza sia ancora in giro per l’Italia, anche se credo di si. Sui giornali non è uscito ancora niente, per cui penso che continui il suo lavoro come se niente fosse. 

C’è da dire che questa è un’ottima idea per arrotondare lo stipendio. Con la crisi che c’è in questo periodo i soldi sono sempre meno e la gente cerca sempre di trovare nuove forme di business. 

Il fatto di mettere il sesso al primo posto per cercare di fare dei bei soldi è una cosa molto intelligente e che frutta anche parecchio denaro.

Infatti tutti coloro i quali sono a capo del “treno del piacere”, che ovviamente cambiano, nel senso non sono sempre gli stessi macchinisti e gli stessi capitreno, si fanno i fatti loro, non spargono la voce e cercano di farsi più soldi possibili. 

I passeggeri sono contenti, pagano e non si lamentano, per cui tutti sono soddisfatti e il business va avanti regolarmente. Detto questo mi piacerebbe andare a vedere da vicino questa carrozza così particolare per vedere se effettivamente è un’esperienza unica, anche se sono convinto che lo sia. 

Cari lettori il treno è un luogo molto adatto per fare sesso, indipendentemente dalle carrozze che lo compongono, se poi è ad alta velocità ancora meglio, perchè il rapporto sarà più elettrizzante e unico nel suo genere.

One Comment »

  1. luca agosto 4, 2011 at 1:57 am - Reply

    ma cosa dite!!!! è una bugia! non ci sono divanetti in nessun treno! chiunque conosce l’ambiente ferroviario sa benissimo che è solo fantasia e populismo. che poi in treno si trovi ogni tipo di persona, questo è fuori di dubbio.
    gli episodi che lei racconta, al massimo sono capitati di notte nei treni cuccette, quando signore non proprio integgerrime per pagarsi il viaggio ospitavano nel loro vano chiuso a chiave, compiacenti signori sollazzandosi reciprocamente.
    il resto è solo invenzione, pura e squallida invenzione

Leave A Response »