Commessa di un negozio di abbigliamento licenziata perchè entrava nei camerini con i clienti.

Renato Bellini aprile 10, 2009 0

sesso-in-negozio

La primavera avanza e molta gente ne approfitta per andare in giro per negozi e soprattutto per saldi. Molti negozi assumono commesse molto carine, in modo che anche la gente sia attratta maggiormente ad andare e ad acquistare prodotti di tutti i tipi.

Oggi vi voglio raccontare una storia davvero molto particolare che ha come protagonista una giovane commessa che è stata licenziata perchè aveva degli atteggiamenti troppo provocanti all’interno del negozio dove lavorava. 

Sappiamo che oggi le commesse sono educate per far sentire il cliente a casa propria, a volte sono addirittura un pò troppo pressanti e insistenti, ma comunque svolgono un lavoro utile quando consigliano e dicono la loro opinione su un prodotto. 

Questa ragazza ha 20 anni ed era stata appena assunta da una boutique dove si vendevano vestiti sia per uomo sia per donna. Lei era stata assegnata alla sezione uomo e di conseguenza, ogni giorno, le capitava di stare a contatto con moltissimi uomini. 

All’inizio tutto procedeva bene e lei si comportava in maniera decorosa, ma ad un certo punto ha deciso che il suo lavoro era troppo lontano dai clienti e che voleva farsi sentire e vedere più presente. 

Un nostro affezionato lettore è un cliente abituale di questo negozio e si era recato lì per acquistare dei pantaloni. Gli successe una cosa davvero molto particolare; infatti la commessa, dopo avergli dato il capo da provare, entrò con lui nel camerino e gli tolse personalmente i pantaloni. 

Credo che una situazione così sia desiderata da ognuno di noi, infatti il cliente non si lamentò e lasciò che la ragazza facesse il suo “lavoro”. 

Dopo aver acquistato i pantaloni, si fermò ancora all’interno del negozio, per vedere se questa signorina adottava questo comportamento con ogni cliente che si recava nella boutique. 

E con grande stupore vide che era un atteggiamento abituale e che questa ragazza era davvero affettuosa con tutti. Dopo pochi giorni tornò nel negozio per provare dell’altra roba, ma si rese conto che quella commessa così gentile e disponibile non c’era più. 

Andò dal proprietario e gli chiese dove fosse finita e lui gli disse che l’aveva licenziata pochi giorni prima perchè aveva degli atteggiamenti sul posto di lavoro poco idonei. 

Ho fatto qualche ricerca e sono riuscito a trovare la ragazza, perchè volevo domandarle il perchè si comportava in questa maniera così particolare e innovativa, sotto certi punti di vista. 

Lei mi rispose con testuali parole alla mia domanda: “Vedevo che chi veniva nel negozio non usciva con l’aria pienamente soddisfatta e allora ho pensato di fare un qualcosa che abitualmente nei negozi non si fa e per questo ho pagato con il licenziamento”.

Bisogna dire che il datore di lavoro non ha sbagliato a licenziarla. Infatti, se ci pensate bene, in un negozio non si possono avere dei comportamenti simili, perchè non si addicono molto al tipo di lavoro che si deve svolgere. 

C’è anche da dire che, da quando questa ragazza aveva deciso di avere un rapporto più intimo con i clienti, le vendite erano aumentate e anche di parecchio, segno comunque che la gente apprezzava la cosa. 

Magari, visto che c’è parecchia crisi in giro, questa ragazza verrà riassunta da questo negozio, o magari da un altro e continuerà a comportarsi come ha sempre fatto cercando di far uscire i clienti sempre soddisfatti e mai rimborsati.

Leave A Response »