Conquistare le commesse di Yamamay in 5 minuti, ecco come.

Renato Bellini dicembre 11, 2010 0

Buongiorno animali da combattimento, oggi il vostro Rosario Masi nazionale vi racconta un’avventura accorsa ieri con il mio collega Renato Bellini in un negozio Yamamay.

Volevamo prendere un vestitino sobrio alla nostra cara amica Federica che oggi compie 22 anni e passeggiando per le vie di Milano abbiamo notato un modello elegante nella vetrina di Yamamay.

Davvero molto bello, non a caso il più costoso dell’intera collezione: un mini abito sexy nero con le pailettes luccinanti. Nota di merito, il sedere sovraesposto.

Ma questo acquisto ci ha dato anche un altro impulso, ancora più interessante: notare come le commesse fossero totalmente disponibili ad interfacciarsi con noi per scherzare.

E allora visto che erano tutt’altro che dei cessi io e Renato ci siam detti “beh… proviamoci!“. In maniera molto maliziosa una di loro ci ha chiesto per chi fosse il regalo.

Ecco la conversazione integrale:

Commessa1: “il regalo è per un’amica o per la ragazza?”

Renato: “e che cazzo di differenza c’è?”

Commessa2: “intendeva dire se è una vostra fidanzata”

Io: “non saprei, Renà ti ci vuoi mettere insieme con Federica?”

Commesse 1 e 2: – risate –

Renato: “ah no! è una nostra amica, comunque che bello questo vestitino, cafone come piace a me!”

Commessa 2: “prego?? Cafone in che senso… no parliamone!”

Renato: “no ma cafone per me è un complimento, se mi definiscono tale io mi commuovo”

Commessa2: “beh se vuoi qualcosa di davvero trasgressivo ho questo tanga per uomo in pelle rossa”

Renato: “mmm… ma tanga leopardati no?”

Commessa2: “c’è gente che chiede anche quelli”

Io: “scusate ma che orientamento sessuale hanno i vostri clienti?”

Commessa1: “eh c’è un po’ di tutto, se volete venire qui un pomeriggio per star con noi ne vedrete delle belle”

Renato: “dai magari vi veniamo a trovare”

Io: “sottolineo solo che non siamo ricchioni eh, solo per chiarire”

Commesse 1 e 2: -risate-

Renato: “allora alla prossima eh noi torniamo”

Commessa 1 e 2: “va bene vi aspettiam.. grazie!!”

Io: “non vi preoccupate che altre amiche zozze a cui fare altri regalini ne abbiamo…”

Renato: “sì… zozze quasi quanto voi, maialone!”.

Leave A Response »