Il sesso ed i villaggi turistici: miti e verità

Renato Bellini agosto 18, 2008 3

Si sa che uno dei lavori più redditizi sotto il punto di vista sessuale è fare l’animatore turistico, infatti sono moltissimi i ragazzi che decidono di intraprendere questa strada molto particolare per avere rapporti sessuali di tutti i tipi con donne di tutti i tipi. Con quello che vengono pagati effettivamente devono per forza avere degli svaghi del genere anche perchè svolgono un lavoro molto duro e stancante e hanno bisogno di momenti di relax e di sano sesso.

Sui villaggi ormai se ne sentono di tutti i colori, sembra infatti che tutti i latin lover si concentrino lì, e che tutte le ragazze vadano lì per farsi tutti gli animatori che gli capitano a tiro. Il sesso è di conseguenza all’ordine del giorno in qualsiasi villaggio, da sempre infatti gli animatori sono chiamati spesso i “rovina matrimoni” perchè molte donne mature si concedono a questi baldi giovani, la maggior parte delle volte per mancanza di carne maschile fresca; ovviamente nessuno si tira indietro dall’altra parte ed è così che nascono le storie clandestine all’interno di una vacanza.

Ci sono giunte voci però di un’animatore che, nemmeno troppi anni fa, in un noto villaggio di uno dei paradisi naturali mondiali, le Maldive, era riuscito ad andare a letto con ben otto donne che erano lì in viaggio di nozze con i propri maritini innocenti. Questo cari lettori è un record!! Cioè un uomo che, nella stessa stagione estiva, riesce a fare sesso con così tante donne che, visto che erano in viaggio di nozze teoricamente dovevano essere all’apice del loro amore verso il proprio compagno, ma che invece lo hanno tradito senza pietà.

Questa è una cosa che mi ha lasciato veramente senza nemmeno una parola, ma mettevi nei panni di quei poveri mariti ignari di qualsiasi cosa, il viaggio di nozze è il viaggio dove si va per fare puro sesso, tutti i giorni, a tutte le ore, in qualsiasi luogo; allora o quelle donne erano delle ninfomani che, non sazie delle scopate con i mariti volevano togliersi la voglia anche con l’animatore o , cosa più probabile, i mariti erano tutti ingegneri che ovviamente non sono in grado di soddisfare a pieno una donna.

Certo che questa storia denota e spiega come mai i matrimoni finiscono così presto e sono così inutili, se una donna già in viaggio di nozze, inizia a mettere le corna al marito non è un buon biglietto da visita per la vita futura che si prospetta insieme, posso capire dopo anni di convivenza matrimoniale una scappatella può scappare, magari stufi della solita routine si opta per una soluzione temporanea ma sessualmente eccitante, ma già in viaggio di nozze francamente mi sembra molto grave, ma questo deve anche farci riflettere su come sono le donne, lunatiche e prima di potersi fidare di esse bisogna andare veramente a fondo.

C’è da dire che si sentono anche delle sciocchezze che riguardano i villaggi, gente che li paragona a dei bordelli a cielo aperto (da un lato magari fossero così) leggende che parlano do orge comuni in piscina, gente che gira nuda dopo aver avuto rapporti sessuali per il villaggio, queste sono palesemente cose inventate, ma eppure ci sono anche tante storie vere come quella di oggi che, dovrebbe farci riflettere veramente su come è labile il confine tra fedeltà e tradimento.

3 Comments »

  1. troy12bayliss agosto 18, 2008 at 10:03 pm - Reply

    Ehm… Ci sono ingegneri ed ingegneri.

  2. solo aprile 8, 2010 at 12:09 pm - Reply

    so tutte mignotte…….quando prendono il ca….o loro so confuse, quando ci tr………o noi qualche entil donzella siamo porci……..che ipocrisia

    • Renato Bellini aprile 9, 2010 at 8:52 pm - Reply

      È sempre una questione di punti di vista…

Leave A Response »