Insegnante di religione viene licenziato per aver fatto vedere un film porno ai ragazzini.

Renato Bellini gennaio 19, 2009 2

sesso-a-scuola

Si è parlato molto ultimamente delle scuole, in ambiti ovviamente che non c’entrano niente con il sesso, ma che ci fanno capire che nelle scuole di oggi c’è sicuramente qualcosa che non va. Abbiamo parlato, un pò di tempo fa, della proposta di introdurre l’educazione sessuale come materia vera e propria all’interno dell’orario scolastico. Questa proposta aveva suscitato parecchio stupore e molte polemiche. 

Oggi vi voglio raccontare una storia che è successa in una scuola di Perugia, dove un insegnante di religione, un laico ovviamente, è stato licenziato in tronco dalla preside, dopo che è venuta a sapere, che questo soggetto, aveva fatto vedere ai ragazzi, si trattava di ragazzini dai 16 ai 17 anni, un film porno durante l’ora di religione. 

Dire film porno è un’espressione sbagliata, infatti non era proprio un porno a tutti gli effetti, diciamo che era un film erotico, con scene di sesso, anche se non estremo. Ovviamente i ragazzini, appena arrivati a casa, hanno detto tutto ai genitori, che sono andati subito dalla preside, che ha preso questo provvedimento, secondo me giustissimo. 

Il professore ha fatto una cosa davvero molto fuori luogo, anche perchè sapeva benissimo che le conseguenze sarebbero state pesantissime. Io mi sono incuriosito e ho deciso di andare a intervistare questo personaggio particolare, per capire le ragioni del suo gesto, se l’ha fatto per qualche motivo particolare. Devo dire che l’insegnante è stato molto disponibile e ha accettato l’intervista. 

Ho domandato lui il perchè di un gesto così strano e incomprensibile per un insegnante, che tra l’altro insegna religione, che è la materia più particolare che c’è a scuola, ma che soprattutto non c’entra niente con il sesso. L’uomo mi ha detto che lui voleva far vedere il film ai ragazzi per avere un argomento di discussione nelle lezioni successive. Più volte gli alunni gli avevano chiesto di parlare di sesso e lui lo aveva fatto senza il minimo problema. 

Si è poi difeso dicendo che il film era un film con una trama vera e propria e la storia poteva insegnare molte cose ai ragazzi. Certo c’erano delle scene forti, ma, dice lui: ” I ragazzi a quell’età hanno già visto di tutto e di più, non era sicuramente la prima volta per loro”. Questo è un discorso sicuramente giusto e il professore ha ragione a dire che non era il primo film erotico della loro vita, ma credo che non si debba comunque far vedere un film del genere durante l’orario scolastico. 

Che si possa parlare di sesso durante l’ora di religione, è giustissimo, anche perchè è l’unica materia in cui si può parlare di argomenti che esentano un pò dalle materie prettamente scolastiche, ma arrivare al punto di far vedere un film del genere durante l’ora di lezione, francamente mi sembra molto esagerato. 

Detto questo il professore ha detto che i ragazzi erano entusiasti dopo la proiezione e che ne avrebbero voluto vedere un altro subito dopo. La cosa mi sembra più che giustificata, chi è il ragazzo che ha la “fortuna” di potersi vedere un film porno durante l’ora di religione, è davvero raro e capita a pochi fortunati. Il fatto che il professore sia stato licenziato, è la conseguenza più logica e normale che potesse prendere una preside che si trova a fronteggiare una situazione simile. 

La scuola deve poter parlare di sesso e inserire delle lezioni dove si parla di sesso, ovviamente in maniera corretta e pulita ai ragazzi sarebbe una cosa che potrebbe funzionare alla grande, ma bisogna ricordarsi che non si deve mai eccedere, anche perchè si è sempre sotto i riflettori e non ci vuole niente a essere giudicati ed essere licenziati in tronco. 

Intendiamoci, nel caso di oggi, il licenziamento è comprensibile, anche se io credo che quell’insegnante non avesse brutte intenzioni e non ha fatto vedere quel genere di film ai ragazzi solo per il gusto di fargli vedere un film porno, ma perchè voleva fargli capire determinate cose. 

Detto questo ha fatto un gesto sicuramente sbagliato e fuori luogo e infatti ne ha pagato le conseguenze. Sicuramente ci penserà due volte la prossima volta prima di fare una cosa simile. Il sesso deve essere insegnato e bisogna far capire ai giovani che è bello e che lo si deve fare in maniera corretta e sicura, ma bisogna fare sempre molta attenzione ai metodi che si usano, perchè se si eccede, i guai sono assicurati.

2 Comments »

  1. Anonimo maggio 11, 2010 at 3:45 pm - Reply

    Questa notizia mi puzza tanto di bufala.

    Fonte? Luogo? In che scuola?

    • Renato Bellini maggio 12, 2010 at 11:08 am - Reply

      basta che vai a treviso e lo chiedi in giro.

Leave A Response »