Lettrice confessa: “sessualmente sopraffatta da Rosario Masi”.

Renato Bellini aprile 15, 2011 2
Lettrice confessa: “sessualmente sopraffatta da Rosario Masi”.

Sono sopraffatta da desideri sessuali inconfessabili, incontrollabili e devastantemente perversi nei confronti di qualsivoglia autore di codesti articoli” firmato Elena Tortellino, lettrice di DaUomo.

Siccome però il commento l’ha messo sul mio articolo (“La Festa della donna? Sul ferro da stiro”), la pollastra me la piglio io, alla faccia dei miei colleghi rosiconi Amendola e Bellini, peraltro impegnati in albergo con due ungheresi.

Leggiamo con attenzione il commento: “sopraffatta”, bene, quindi la femmina è in preda a crisi ormonali che ormai hanno preso il sopravvento su tutto il suo corpo.

“Desideri sessuali inconfessabili”, uhm, secondo me sarebbe anche disposta a raggiungermi in redazione con un intimo della collezione Yamamay 2009 e tacco 13 d’ordinanza: oh cara, fino alle 6 di domani mattina sono qui.

Ma la parte migliore è “devastatamente perversi”. Ecco, qui ci tengo molto a sottolineare che la parola “perverso” per me è molto soggettiva. Almeno, per me che mi chiamo Rosario Masi.

Cosa vuol dire perverso? Per me è tutto normale, Elena se hai qualcosa da proporre, che ne so, roba di sesso senza denaro in cambio, ecco, questo sì che per me sarebbe inusuale e perverso: una donna che non si fa pagare!

Oppure in alternativa possiamo intervenire su come farlo: posizioni, rituali o luoghi diversi. Va beh, ragioniamoci sù. A breve ti faccio sapere, intanto ho molto apprezzato il tuo commento.

Per questo, se lo vorrai, potrei farti nominare responsabile relazioni esterne della rivista, purchè tu abbia la stessa spigliatezza con cui hai pregevolmente apprezzato le mie doti giornalistiche.

E poi, come si dice, se sono ciambelle avranno il buco. O erano le rose. No, meglio le ciambelle, che se divento troppo romantico mi prendono per ricchione. Oh oh!



2 Comments »

  1. Nicodemus febbraio 2, 2011 at 12:16 pm - Reply

    Hehe, te piacerebbe, a Rosa’.
    Il post della signora in questione è pervaso da una sottilissima ironia che, evidentemente, non sei riuscito a cogliere.

    • Rosario Masi febbraio 2, 2011 at 2:48 pm - Reply

      Orsù, non diciamo fesserie, l’apprezzamento mi sembrava più che sincero!

Leave A Response »