L’importanza di svegliarsi con una topolona acqua e sapone.

Renato Bellini luglio 12, 2010 4

Voi poveri lavoratori che vi svegliate alle 7 per andare nei vostri lugubri uffici lo sapete meglio di me. Con questo caldo svegliarsi per andare a lavorare è uno sforzo al limite delle possibilità umane.

Bisogna davvero trovare energie per piantare i piedi per terra e avviarsi al bagno per il consueto “filino d’oro”. Ma come fare per rendere più dolce questo difficile risveglio?

Il consiglio è invitare a dormire tra le vostre braccia una topolona. Voi direte, che “scoperta del cavolo”. Ma non una topolona qualsiasi, io intendo una gnocchettina acqua e sapone.

Il rischio di portarsi una prostituta a letto, aldilà della flatulenza dell’alito e delle scarse condizioni igieniche, può avere problemi per la mediocre presentabilità al primo risveglio.

Aprire gli occhi per osservare una femmina con occhiaie e viso smunto non è davvero il massimo. Invece, con una bella ragazza che sta bene al naturale, è davvero tutta un’altra storia.

Premesso ciò, è indispensabile che vi accordiate per le modalità di sveglia. Una mano sul pacco alle 6.45 spaccate, piuttosto che un rapporto orale, penso siano di massimo gradimento.

Sono sicuro che entrerete nella doccia magari un po’ più sporchi, ma con una libertà interiore che vi condurrà verso una nuova dimensione lavorativa. Non vi resta che provare.

4 Comments »

  1. Angel luglio 13, 2010 at 11:57 am - Reply

    Effettivamente non credo sia così male, dopo tutto.

    • Rosario Masi luglio 13, 2010 at 7:57 pm - Reply

      Provare per credere!

      • Angel luglio 13, 2010 at 8:04 pm - Reply

        Ma secondo lei, non ho già provato? Mi manca tuttavia la clausola in cui si dice che deve essere una sconosciuta…

        • Rosario Masi luglio 13, 2010 at 8:13 pm - Reply

          Ma no, se la conosce va bene ugualmente. Onore a lei!

Leave A Response »