L’ipocrisia delle bariste non ha limiti. Meno male che fosse “il cliente ad avere sempre ragione”!

Renato Bellini marzo 4, 2011 15

Vi ricordate la barista che ieri mi ha importunato palesando in maniera ineludibile il suo interesse sessuale nei miei confronti? Stamattina è successo il finimondo.

Vado al bar per fare colazione e ovviamente (guarda caso) mi serve lei. Solito sguardo da maialina, unita ad una camicia con su scritto “hello kitty” che lasciava poco spazio all’interpretazione.

Anche oggi, ad uno sguardo attento, la ragazza aveva voglia di divertirsi. Si avvicina chiedendomi cosa volessi e io le rispondo con uno sguardo accattivante che fosse di mio gradimento un macchiato.

Eccola lì, portarmi di nuovo il caffè mentre leggevo Libero alla ricerca di annunci erotici, che purtroppo non trovavo (vi sembra un giornale serio questo? Mah..).

Io le sfioro la mano e le sussurro dolcemente “vuoi che lo macchiamo insieme?”. Eccolo lì, il Rosario Masi, l’italico uomo dalle spiccate doti di altruismo e masculinità.

La ragazza, stranamente indispettita, chiama il proprietario adducendo che fossi io a molestare lei! Ma si faccia furba, stupida femminista dei miei stivali. Ma a dargli corda l’uomo per cui lavora.

Si avvicina prepotente e mi dice “le sembra il caso? Si vergogni!”. Ma pensate poi se io devo farmi mettere i piedi in testa dalle maestranze di vecchi bar di periferia.

Ed è così che sbottai, anzi, sbottonai la camicetta della ragazza dimostrando come in realtà fosse lei ad importunare me. Guardate che bocce e poi mi direte.

Ma il proprietario, infuriato, se la prende con me intimandomi di uscire. Mi va pure bene non aver pagato il caffè, però tutto questo nervosismo per nulla. Poi si sa, il cliente ha sempre ragione.

15 Comments »

  1. Angel giugno 23, 2010 at 12:28 pm - Reply

    Ma cosa mi deve interpretare da “Hello Kitty”? Basta con le pugnette, Masi!

  2. Nuanda giugno 23, 2010 at 12:45 pm - Reply

    non ho parole, veramente!!! ti dovrebbero rinchiudere

    • Rosario Masi giugno 23, 2010 at 7:07 pm - Reply

      Ma va là, la solita perbenista.

      • Nicodemus giugno 24, 2010 at 12:03 am - Reply

        Occhio a tirar troppo la corda, Rosarione, che prima o poi qualcuna che chiama gli sbirri la trovi.

        • nuanda giugno 24, 2010 at 9:06 am - Reply

          ed io sono una di quelle =)
          mi stupisco come tu nn riesca a capire che quello che fai è volgare e rozzo. un gentiluomo non si comporta così.. ma si vede che nn hai considerato l’idea di esserlo…

          • Rosario Masi giugno 25, 2010 at 2:50 pm -

            Infatti… almeno credo che non sia quello che le donne vogliono.

      • excalibur giugno 26, 2010 at 6:33 am - Reply

        ‘Quello che le donne vogliono’ potrebbe essere il titolo di un prossimo articolo, Masi. Non mi deluda.

        • Rosario Masi giugno 26, 2010 at 9:04 am - Reply

          Va bene, accetto consigli di ogni genere.

  3. Il mitico giugno 23, 2010 at 9:55 pm - Reply

    Ben detto e fatto Sig.Masi.
    Anch’io mi sono trovato in una situazione simile, viaggio per lavoro e prenoto spesso nello stesso albergo a I., col ché capita di familiarizzare con cameriere, addette al piano, ecc.
    Spesso mi sono ritrovato in camera biglietti maliziosi con inviti ad appuntamento e simili ma mi sono sempre tenuto alla larga da certe situazioni perché portano più guai che piaceri, quasi sempre assai effimeri.
    Faccia attenzione.
    Cordiali saluti.

    • Angel giugno 24, 2010 at 12:39 am - Reply

      Un altro stupratore di cetrioli?

      • Nicodemus giugno 25, 2010 at 2:45 pm - Reply

        Oppure, un altro viaggiatore dei sogni.

  4. Nuanda giugno 26, 2010 at 12:03 pm - Reply

    Mia madre mi ha detto di chiderti se sei sicuro che le donne ti vogliano.. alla luce di questi racconti le pare proprio di no, dice che sei un povero pazzo illuso… ahahahah

    • Rosario Masi giugno 26, 2010 at 12:08 pm - Reply

      Ah, adesso ho capito da chi ha preso lei! Comunque tutti i geni sono stati ritenuti dei pazzi al loro tempo, magari ho solo sbagliato epoca.

  5. Nuanda giugno 27, 2010 at 10:56 pm - Reply

    in che senso??? per il fatto che la critico??

    • Rosario Masi giugno 28, 2010 at 11:10 am - Reply

      Certo!

Leave A Response »