Nasce l’Università delle escort. Rosario Masi nominato e-rettore.

Renato Bellini agosto 24, 2011 2

Tutti parlano della totale assenza di prospettive e lavoro per i giovani, nessuno dà risposte concrete per affrontare questo grave problema che si trascina da anni.

Eppure, per le giovani fanciulle, la panacea di tutti i mali esiste e passa attraverso una proposta di legge che consentirà di abrogare la legge Merlin e creare le condizioni per una nuova Università delle mignotte.

Solo ad una mente illuminata come la mia poteva venir in mente un’idea del genere: non è un caso che il New York Times mi abbia soprannominato “Boccacio del terzo millennio”!

Ma in cosa consiste, direte voi, questa nuova Università degli Studi delle Zoccola di cui tutti parlano? Innanzitutto, io mi propongo magnifico Rettore. Eh eh, cari volponi, non avete idea che voglio combinare!

Al momento dell’iscrizione, le ragazze non pagano la retta universitaria, perchè tutto è finanziato dai docenti uomini che insegnano loro la bella arte dell’educazione sessuale.

Il programma, con frequenza obbligatoria nei più importanti e rinomati alberghi di tutta Italia, prevede prove pratiche, ma anche scritte e orali, con crediti formativi che possono contare su altre integrazioni.

Obbligatorio uno stage nella redazione Da Uomo, dove il buon Renato esporrà le sue tesi sul mondo che cambia e la vita (non solo quella) che viene. Ampi dibattiti anche con il sottoscritto.

Sarà una nuova Università dove saranno molto importanti le conferenze, a cui verranno invitati il Professor Rocco Siffredi (che a breve contatteremo per una eventuale collaborazione) e famose pornostar.

Per ciò che concerne il programma Erasmus, è stato creato uno sportello apposito, denominato Orgasmus, che consentirà di viaggiare nei Paesi convenzionati: Romania, Ungheria, Ucraina ed Estonia.

Gli sbocchi professionali sono notevoli: le ragazze potranno diventare prostiture, escort, accompagnatrici, responsabili risorse umane o addirittura ministri della Repubblica Italiana. Non male.

Qualcuno storcerà il naso credendo che sia poco etico, ma non sa che nella realtà dei fatti già oggi le ragazze devono prostituirsi per mantenere gli studi o addirittura per passare gli esami!

Lo slogan per la nuova campagna pubblicitaria dell’Università è “il futuro dei giovani appartiene al lavoro più vecchio del passato“. Un cerchio che si chiude, delle gambe che si aprono. Con Rosario Masi potete contarci!

2 Comments »

  1. black and blue spirit marzo 8, 2011 at 3:47 pm - Reply

    penso che sia il momento di conseguire una seconda laurea..
    ahahahaha

  2. black and blue spirit agosto 31, 2011 at 8:44 am - Reply

    hey Rosario.. che ne pensi di questa cosa? ti è mai capitato?
    http://video.corriere.it/brasile-sedotto-derubato-/2f850bb6-d315-11e0-874f-4dd2e67056a6

Leave A Response »