Ma quali perquisizioni, Berlusconi liberalizzi la prostituzione e sarà salvo.

Renato Bellini gennaio 18, 2011 4

Roba dell’altro mondo, tutti che vanno a prostitute e tutti a moralizzare sui comportamenti, seppur dignitosissimi, del nostro Presidente del Consiglio.

Pochi giorni fa è stato sottoposto alla Camera dei Deputati un documento per l’autorizzazione a procedere con delle perquisizioni nella casa del Premier. Vi sembra giusto?

Ormai i magistrati comunisti, consci di come il nostro Presidente sia inamovibile politicamente, non possono far altro che combattere con le armi del giustizialismo.

Noi riteniamo doverosa una riforma di legge che consenta di cancellare il reato di prostituzione e favoreggiamento della stessa, attraverso la creazione di case chiuse controllate dallo Stato.

Sia in termini di decoro pubblico, che sotto un profilo fiscale e igienico, una proposta legislativa del genere sarebbe la panacea di tutti i mali. Speriamo Silvio ci ascolti.

4 Comments »

  1. Lunapic gennaio 18, 2011 at 12:46 pm - Reply

    no non ti ascolta tu non sei nessuno

    • Rosario Masi gennaio 18, 2011 at 1:41 pm - Reply

      Io non sono nessuno, hai ragione, io sono qualcuno.

    • Rosario Masi gennaio 18, 2011 at 2:23 pm - Reply

      Infatti, io non sono nessuno, io sono qualcuno.

  2. Lunapic gennaio 21, 2011 at 3:50 pm - Reply

    Abbiamo fatto il bagno in piscina, dove ci raggiunse il presidente. Nudo. Noi eravamo sette ragazze. Siamo stati tutti quanti insieme a scherzare e a toccarci. Poi lui dopo un po’ si e’ avvicinato ad un’altra camera dove c’e’ un lettino in cui fai i massaggi e dopo un po’ disse. ‘Avanti la prossima, avanti la prossima. E ogni cinque minuti noi aprivamo la porta e consumavamo il rapporto sessuale. Una alla volta

Leave A Response »