Parrocchia ordina su internet una collezione di video-documentari e riceve la videografia completa di Pamela Anderson.

Renato Bellini novembre 20, 2008 0

L’articolo di oggi parla di una storia davvero incredibile che è avvenuta poco tempo fa in una parrocchia nella provincia di Milano, che è stata protagonista di un fatto davvero molto curioso e inaspettato per i componenti di essa. Sappiamo che molte volte i presti di queste parrocchie, acquistano delle video cassette e dei dvd da far vedere ai bambini dell’oratorio nel tempo libero.

Generalmente hanno come argomenti la natura, gli animali collegati con la vita di Gesù, insomma le classiche cose che si possono vedere all’oratorio e che molto spesso sono noiose e non interessano molto ai bambini, che preferirebbero andare a giocare all’aria aperta. Anche in questo caso i sacerdoti della confraternita, avevano ordinato una collezione di video-documentari.

Solo che anche i preti, giustamente, si sono messi al passo con i tempi e invece di recarsi in un normale negozio per comprarli, hanno deciso di ordinarli su internet. Ormai si sa, su internet si può fare di tutto, niente è più un problema e oggettivamente è davvero una grande comodità. I religiosi decidono di prenotare questi video-documentari, che sarebbero arrivati nell’arco di pochi giorni.

Li pagano regolarmente e attendono il loro arrivo, molto soddisfatti dell’acquisto che avevano appena fatto sul web. Dopo circa una settimana, arriva un postino, con un pacco, che conteneva i famosi video ordinati pochi giorni prima. Logicamente incuriositi, i sacerdoti andarono subito nella sala tv, dove abitualmente vedono la televisione alla sera e dove la fanno vedere ai ragazzi; inseriscono il tutto, si siedono comodi e si preparano per vedere questo famoso “documentario”.

Quello che stanno per vedere però, non è assolutamente un documentario che parla della vita degli animali. Infatti in quella scatola era contenuta la videografia completa di Pamela Anderson. Quando i religiosi si rendono conto di cosa contenevano effettivamente quelle cassette, rimangono sconvolti e alcuni anche schifati.

Ora posso capire tutto, capisco che le persone che scelgono la fede non si devono interessare minimamente alle donne, ma da qui a dire che Pamela Anderson fa schifo ce n’è passa. Il più giovane dei sacerdoti controlla che tutte le cassette contenessero solo video della famosa attrice e dopo aver appurato che era così, si rimise su internet per contattare chi aveva venduto questo prodotto che non c’entrava niente con un convento.

C’era stato un grande malinteso; infatti nello stesso giorno in cui i religiosi avevano ordinato il video documentario, un ragazzo della provincia di Cremona aveva ordinato, a sua volta, la videografia completa della bagnina più famosa del mondo. Dalla redazione avevano invertito gli indirizzi ed ecco che è successo tutto questo macello.

Mi immagino la faccia di quel ragazzino arrapato, pronto per vedersi la sua dea nuda, che invece riceve un documentario per preti, anche lui sarà stato abbastanza sconvolto, ma in un altro senso. C’è da dire che i preti sono stati intelligenti e fortunati a visionare prima tra di loro il contenuto di quelle cassette. Provate a pensare se le avessero fatte vedere subito ai bambini, oddio secondo me ai ragazzi non dispiaceva, ma sarebbe sicuramente scoppiato uno scandalo e anche abbastanza grosso.

Queste cose possono succedere, certo fa impressione pensare che delle persone così chiuse sotto il punto di vista sessuale come i preti, possano ricevere un prodotto del genere. C’è da dire che rispetto a una volta anche loro sono maturati molto e sono molto più aperti sotto questo punto di vista. Chiaramente hanno un’idea del sesso che è molto diverso da quella che può avere un laico normale come tutti noi.

Vedono il sesso come una cosa sacra, da non fare prima del matrimonio e da fare solo ed esclusivamente con la persona che si ama veramente e con la quale si è convinti di passare tutta la vita. Sicuramente sotto un certo punto di vista non è un discorso sbagliato, ma diciamo che è portato troppo all’estremo a volte ed è per questo che la Chiesa viene un pò condannata, soprattutto dai giovani.

La storia di oggi ci fa sorridere, perchè è molto divertente e insolita. Questi sacerdoti sicuramente non la dimenticheranno mai, ne sono convinto, anche per loro è stata un’esperienza nuova, che magari non volevano vivere, ma che è capitata. Fossi in loro cercherei di vedere il sesso in una maniera più aperta ancora e mi metterei nei panni dei giovani d’oggi, che hanno veramente tanta voglia di fare sesso, ovviamente sicuro e sempre con la testa sul collo, per evitare guai seri.

Leave A Response »